banner dei riflessi di lago


       
venerdì 18 agosto 2017, dai tweet di papa Francesco:
La fedeltà di Dio è più forte delle nostre infedeltà e dei nostri tradimenti.

Nel mese dedicato al Padre una preghiera alla Divina Misericordia
 
Riflessi di lago, specchio di un'anima
       

al mio grande Cuore nell'anno 2011


       
 

Mio grande Cuore, essere cercatori, ecco quel che conta... non trovare, e neppure trovarTi, ma cercare, cercare il fratello, e cercarTi, cercarTi sempre e comunque... trovarTi è grazia, come pure trovare il fratello è grazia Tua: è il riposo alla fatica, è acqua fresca alla nostra sete, è consolazione alla solitudine del nostro pellegrinare...

...trovare è Tua Volontà, cercare è la mia piccola volontà che metto, gioiosa, nella Tue Eterne Mani…

 

Mio grande Cuore, leggo di malika mokeddem: “Cerca la luce, anche nelle tenebre più impenetrabili. Se tu non la vedi da nessuna parte, è perchè ce l'hai negli occhi...” e mi fermo a pensare a qnte volte cerco altrove qllo che mi abita dentro…

…scavarsi è una fatica da contorsionisti dell’anima, è dimenticare qnto si possa apparire goffi e limitati e credere che dentro c’è tt ql che serve x restarTi fedeli… bisogna essere cercatori sempre, ma soprattutto del tesoro che hai custodito dentro di noi...

Mio grande Cuore, Tu dici che ...il sabato è stato fatto per l’uomo e non l’uomo per il sabato! ...

...il sabato x l’uomo, il tempo di Dio x l’uomo, il tempo dell’uomo x l’uomo: tt è stato creato x l’uomo, xchè ne facessimo uso secondo la ns volontà e la ns stessa volontà è x noi... è qui, nel ns volere, che cresce la possibilità di gestire il ns tempo: xchè se la ns volontà nn riposa tra le Tue Mani nulla ha Senso, tt ha – valore di un battito d’ali di farfalla e può fare molto, molto + danno...

...ecco il ritmo del cammino: la ns volontà nelle Tue mani, e il tempo che ci hai donato x noi!

gennaio 2011

 


 
       
       
       
 

Mio grande Cuore, leggo e medito quel che Tu mi hai fatto incontrare dal grande cuore della sorella daniela: “...se tutto ci viene da Dio, la sofferenza è l'unica cosa davvero nostra ke possiamo donare a Dio...”

...sì, mio grande Cuore, il ns diverso modo di soffrire fa che la sofferenza sia una cosa nostra che facciamo crescere nel nostro cuore in modo unico e diverso dalla sofferenza degli altri, ed è davvero l’unico tesoro che Ti possiamo offrire di veramente nostro... eccola, qs piccola grande sofferenza che si affaccia grigia nei giorni di sole, fredda nel tempo migliore, pungente e profonda in un corpo che sente una nuova primavera, eccola, è tutta Tua: ed è la Tua grazia quello che resta!

 

Mio grande Cuore, prima viene il Tuo dono e poi la ns risposta: sempre... sempre prima Tu, prima di ogni risveglio, prima di ogni notizia, prima di ogni passo... prima di ogni tutto, Tu che sei il Tutto che ama e Tutto comprende dentro di sé, ma nn imprigiona, nn incatena, nn stringe fino a far male... prima di tutto Tu, che primo fra tutti accogli e, semplicemente, ancora accogli e accogli ancora e nn ti stanchi, e accogli...

...essere accolta da Te: qs io desidero, e sorrido come esaudita xchè so che Tu mi hai già accolta, da sempre, per primo...

 

Mio grande Cuore, l’amore, molto semplicemente il ns volerci bene e il ns voler bn alla vita, ci regala gioie anche nei momenti + bui... alcune volte è stato imbarazzante ammettere, tra le lacrime e il non saxe cosa era meglio fare, che eravamo cmq felici di essere vivi e insieme in ql momento... e quella gioia da dove veniva se non da quel Dio che è Amore, davanti al quale ci siamo uniti e che ci ha amato da sempre solo per il fatto che Lo abbiamo tirato in mezzo? anche senza capire bn quale grande cosa sia questo ns Dio...

...nel tempo, abbiamo toccato con mano che nn è necessario essere in assenza di dolore x essere nella gioia, e abbiamo anche toccato con mano che nn ci è possibile dimostrare nulla agli uomini se nn lasciare passare dai ns occhi il sorriso di Dio: e qndo qs miracolo riesce, tt il resto è grazia!

febbraio 2011

 


 
       
       
       
 

Mio grande Cuore, leggo della tua santa figlia teresina di lisieaux, che in unico atto d’adorazione contemplava Te Divino Bambino e il Tuo Santo Volto: “Io voglio amare soltanto per Te tutto quello che amo...”

...sì, amare soltanto per Te, xchè tutto qllo che amiamo da Te viene e a Te ritorna, amarlo soltanto per Te è la giusta direzione... ma nn sn degna io di amare soltanto x Te se Tu, mio grande Cuore, nn mi doni la grazia di poterlo fare: qnta miseria in qs piccolo cuore, qnta pochezza e limite e grigiore e terra arida e polverosa... ma se io nn Ti sn fedele, Tu lo sei con me xchè nn puoi venir meno alla Tuo essere fedele x sempre, infinitam misericordioso...

...così chiedo “Io voglio amare soltanto per Te tutto quello che amo...” e vivo come già esaudito il mio pregare: con tutto il mio piccolo cuore...

 

Mio grande Cuore, adorarTi Cristo Crocifisso e indugiare sul Tuo Santo Volto è fonte di grande grazia e consolazione: tanto più noi Ti fissiamo nel ns cuore come Uomo dei dolori, tanto più Tu rendi i ns piccoli dolori passi leggeri verso la Meta...

Nella memoria di questa passione
noi ti chiediamo perdono, Signore
per ogni volta che abbiamo lasciato
il tuo fratello morire da solo.

Nella memoria di questa tua morte,
noi ti chiediamo coraggio, Signore
per ogni volta che il dono d’amore
ci chiederà di soffrire da soli.

Nella memoria dell’ultima Cena
noi spezzeremo di nuovo il tuo Pane
ed ogni volta il tuo Corpo donato
sarà la nostra speranza di vita.

Noi Ti preghiamo, Uomo della Croce:
Figlio e fratello noi speriamo in Te...

 

Mio grande Cuore, Tu hai superato la giustizia degli scribi e dei farisei perdonando dal profondo della croce: concedi a qs mio piccolo cuore di suxare la sua immensa miseria x arrivare alla Tua giustizia... la Tua giustizia, mio grande Cuore, chi la può capire, chi la può praticare, chi la può contenere se non il grande Cuore di un Dio che è Padre d’Amore, Figlio di Redenzione e Spirito di Consolazione? nella Tua giustizia, abbi pietà di me, pellegrina e peccatrice, abbi pietà di ogni mio passo e conducimi a Te...

 

Mio grande Cuore, l’equilibrio tra umiltà e visibilità è roba da funamboli della sequela: pare l’umiltà la dote da ricercare con maggiore zelo, e nello stesso tempo siamo chiamati ad una visibiltà non foss’altro che col nostro volto viviamo Te e dal volto dei nostri fratelli possiamo scorgere i Tuoi bisogni e la Tua presenza... funamboli della sequela, cercatori di Dio nelle pieghe dell’anima, assetati di Te, Acqua Viva: col salmo 131...

Signore, non si inorgoglisce il mio cuore
e non si leva con superbia il mio sguardo;
non vado in cerca di cose grandi,
superiori alle mie forze.
Io sono tranquillo e sereno
come bimbo svezzato in braccio a sua madre,
come un bimbo svezzato è l'anima mia.
Io spero nel Signore, ora e sempre,
con tutto il mio piccolo cuore...

 Mio grande Cuore, da tempo nn Ti chiedo ‘perche?’, da tempo nn mi curo di conoscere il motivo di tanto che nn capisco, da tempo vive un sussurro nel mio piccolo cuore: ‘Tu lo sai, Signore...’

...lieve si ripete anche in qs primo ven del mese che ci porta alla Tua vittoria su sorella morte, la Tua vittoria che hai fatto anche nostra, nella Tua infinita Misericordia... Tu lo sai, Signore, il perché di tanto male andare, di tanto peso dell’anima che rallenta il passo, di tanta miseria che affiora e sporca l’acqua limpida di cui abbiamo bisogno x vivere... Tu lo sai, Signore, e nn desidero saxlo anch’io, che il mio piccolo cuore a stento può contenere la miseria che intravedo...

marzo 2011

 


 
       
       
       
 

 Mio grande Cuore, da tempo nn Ti chiedo ‘perche?’, da tempo nn mi curo di conoscere il motivo di tanto che nn capisco, da tempo vive un sussurro nel mio piccolo cuore: ‘Tu lo sai, Signore...’

...lieve si ripete anche in qs primo ven del mese che ci porta alla Tua vittoria su sorella morte, la Tua vittoria che hai fatto anche nostra, nella Tua infinita Misericordia... Tu lo sai, Signore, il perché di tanto male andare, di tanto peso dell’anima che rallenta il passo, di tanta miseria che affiora e sporca l’acqua limpida di cui abbiamo bisogno x vivere... Tu lo sai, Signore, e nn desidero saxlo anch’io, che il mio piccolo cuore a stento può contenere la miseria che intravedo...

Mio grande Cuore, siamo alle soglie della Santa Settimana e vorrei viverla con tt il mio piccolo cuore...

...il primo modo x fare il bene è sospendersi dal fare il male, trattenersi dal mettere in circolazione il male, dal diffonderlo e moltiplicarlo anche sl a parole... qui sta la ricchezza del silenzio: nn una mortificazione fine a se stessa, una privazione vuota da riempire con pensieri propri, ma una sospensione delle parole d’istinto a che possiamo concepire e generare sl parole d’Amore...

...siamo alle soglie della Santa Settimana e vorrei viverla, in fecondo silenzio, con tt il mio piccolo cuore...

Mio grande Cuore, in qs primo ven del tempo di pasqua nel mio piccolo cuore c'è tanta gioia: il grande giorno si avvicina, e l'emozione è grande... leggo qualcosa delle tante parole che ci ha lasciato giovanni paolo ii, guardo foto e video, e lo sento come uno di casa che racconta al mondo la sua gioia di amare e stare con Cristo: e il mondo lo accoglie e lo ascolta e lo abbraccia dicendo 'insieme a te, anche noi, vogliamo amare e stare con Cristo!'...

...o alto e glorioso Iddio, Misericordiosissimo, che Ti degni di far germogliare tra le nostre miserie un così caro fratello, degnati di lasciarci affascinare dal suo amore per Te: tutto il resto è grazia...

aprile 2011

 


 
       
       
       
 

 Mio grande Cuore, i misteri della corona di rose che dedichiamo alla Mamma Celeste, Madre Tua dolcissima e Madre nostra, nascono dalla Tua Parola che in Lei Ti sei fatto carne: in questo tempo desidero la grazia di leggerTi nella Parola e di farTi riposare nel mio piccolo cuore, affinché Ti incontri con le mie miserie e le mie ricchezze, ed io mi possa unire in unica cosa con la Volontà del Padre nostro che è nei cieli...

Mio grande Cuore, meditando la Parola dei misteri della gioia, trovo qs doni: fiducia e abbandono filiale nel Padre, gioia e gratitudine, saluto quotidiano alla Mamma Celeste e premura verso il prossimo, pace del cuore e cammino alla ricerca di Dio, rispetto per la Legge e confidenza con lo Spirito, docilità e obbedienza... tutto questo è nel Cuore Immacolato e Addolorato di Maria, Madre dolcissima Tua e Madre nostra, ed io la invoco come Avvocata del desiderio di fare mia la Volontà del Padre: Maria, Madre dolcissima di Dio e Madre nostra, confido in Te!

Mio grande Cuore, meditando la Parola dei misteri del dolore, trovo qs doni: la preghiera nel dolore, l’accettazione delle ingiustizie umane, l’accettazione degli insulti e delle derisioni, l’accettazione della fatica nel dolore e il perdono oltre ogni misura... tutto questo è nel Cuore Immacolato e Addolorato di Maria, Madre dolcissima Tua e Madre nostra: io la invoco come Avvocata del mio desiderio di fare la Volontà del Padre: Maria, Madre dolcissima di Dio e Madre nostra, confido in Te!

Mio grande Cuore, vorrei nn lasciarmi confondere dalla sofferenza e dal deserto se è vero, come è vero, che Tu nn hai costruito una gabbia intorno alla mia vita, nn mi hai rinchiuso nell'ovile... nn ho dubbi sul Tuo Amore, ho dubbi sulla mia interpretazione della Tua Volontà, ho dubbi forti e devastanti sulle mie scelte e sull’impossibilità di cambiar rotta...

...se sn in errore, mio grande Cuore, inciampami, aggiusta il mio passo, conducimi fuori con Te davanti che sei Via e Vita... e se x Te nn sn nell’errore, lascia che resti tutto così, sofferenza e deserto compresi, purchè a Te piaccia e concorra alla Tua gloria: io confido in Te, Unico Maestro e Signore...

Mio grande Cuore, meditando la Parola dei misteri della gloria, trovo qs doni: il non avere paura, lo sguardo al cielo, il sostegno dello Spirito Santo, Maria Porta del Cielo e Regina dell’universo... tutto questo è il Cuore Immacolato e Addolorato di Maria, Madre dolcissima Tua e Madre nostra: io la invoco come Avvocata del mio desiderio di fare la Volontà del Padre: Maria, Madre dolcissima di Dio e Madre nostra, confido in Te!

...leggo del tuo discepolo pietro che dobbiamo vivere da uomini liberi, servendoci della libertà non come di un velo per coprire la malizia, ma come servi di Dio... ascolto, e medito nel mio picolco cuore la Luce che illumina la mi amiseria: servendoci della libertà non come di un velo per coprire la malizia... e sussurro Mio Signore e mio Dio, mio Grande Cuore: abbi pietà di me...

Mio grande Cuore, meditando la Parola dei misteri della luce, trovo qs doni: rinnovare ogni giorno il nostro Battesimo, obbedienza e conversione, intimità con nostro Signore, nutrirci della Santissima Eucaristia... tutto questo lo affido al Cuore Immacolato e Addolorato di Maria, Madre dolcissima Tua e Madre nostra: io la invoco come Avvocata del mio desiderio di fare la Volontà del Padre: Maria, Madre dolcissima di Dio e Madre nostra, confido in Te!

...siamo liberi, mio grande Cuore, liberi di scegliere tra il potere dell'Amore e l'amore per il potere, liberi di oscillare nella nostra tiepidezza senza posarci nè sull'uno nè sull'altro, liberi di radicarci nel potere dell'Amore e fare nostra la Volontà del Padre, liberi di asservirci all'amore per il potere e fare terra bruciata intorno a noi...

...noi, ad uno ad uno o anche tutt'insieme non possiamo salvare il mondo dall'esercizio della sua libertà: lo hai già salvato Tu e non tutti Ti hanno creduto... noi possiamo però esercitare la nostra libertà nell'Amore, nel nostro quotidiano, laddove siamo seminati, facendo nostra la Volontà del Padre: tutto il resto è grazia a gloria Tua, mio grande Cuore!

...riporto una preghiera di don primo mazzolari, che mi piace proprio tanto: ci son giorni che vorrei mandarla a memoria, ma mi accontento di ripetere come giaculatoria: noi ci impegniamo!

Ci impegniamo noi e non gli altri,
unicamente noi e non gli altri,
né chi sta in alto, né chi sta in basso,
né chi crede, né chi non crede.

Ci impegniamo senza pretendere che altri s'impegnino,
con noi o per suo conto, come noi o in altro modo.

Ci impegniamo
senza giudicare chi non s'impegna,
senza accusare chi non s'impegna,
senza condannare chi non s'impegna,
senza disimpegnarci perché altri non s'impegna.

Ci impegniamo perché non potremmo non impegnarci.
C'è qualcuno o qualche cosa in noi,
un istinto, una ragione, una vocazione, una grazia,
più forte di noi stessi.

Ci impegniamo per trovare un senso alla vita,
a questa vita, alla nostra vita,
una ragione che non sia una delle tante ragioni
che ben conosciamo e che non ci prendono il cuore.
Si vive una volta sola e non vogliamo essere "giocati"
in nome di nessun piccolo interesse.

Non ci interessa la carriera,
non ci interessa il denaro,
non ci interessa la donna o l'uomo
se presentati come sesso soltanto,
non ci interessa il successo né di noi né delle nostre idee,
non ci interessa passare alla storia.

Ci interessa perderci
per qualche cosa o per qualcuno
che rimarrà anche dopo che noi saremo passati
e che costituisce la ragione del nostro ritrovarci.

Ci impegniamo
a portare un destino eterno nel tempo,
a sentirci responsabili di tutto e di tutti,
ad avviarci, sia pure attraverso un lungo errare, verso l'amore.

Ci impegniamo non per riordinare il mondo,
non per rifarlo su misura, ma per amarlo;
per amare anche quello che non possiamo accettare,
anche quello che non è amabile,
anche quello che pare rifiutarsi all'amore,
poiché dietro ogni volto e sotto ogni cuore
c'è insieme a una grande sete d'amore,
il volto e il cuore dell'amore.

Ci impegniamo perché noi crediamo all'amore,
la sola certezza che non teme confronti,
la sola che basta per impegnarci perpetuamente.

maggio 2011

 


 
       
       
       
 

Mio grande Cuore, oggi primo ven del mese che segue la tua Ascensione al cielo mi metto in preghiera x invitare il Santo Spirito ad abitare nel mio piccolo cuore... Tu, sede dell’Amore infinito con cui Dio ci ama, concedimi qs dono...

O Spirito Santo, anima della mia anima, io ti adoro:

illuminami, guidami, fortificami, consolami,

dimmi quello che devo fare, dammi i tuoi ordini.

Ti prometto di sottomettermi a tutto quello
che vorrai che mi succeda:

fammi soltanto conoscere la Tua Volontà! Amen

Mio grande Cuore, un caro e prezioso fratello scrive riguardo i sette doni del Santo Spirito...

...si dovrebbe partire dagli ultimi tre, quelli che riguardano il nostro rapporto con Dio: conoscenza, pietà e timore. Della conoscenza sappiamo che è sentire viva dentro di noi l'esperienza dell'amore divino; la pietà è questo atteggiamento di devozione e di attenzione costante al mistero di Dio; il timore non è paura: è il timoroso rispetto che prende possesso del nostro cuore quando ci apriamo all'immensa, sorprendente verità dell'amore di Dio. Poi possiamo risalire agli altri quattro, che servono due per agire e due per capire; per agire e scegliere l'azione migliore da fare abbiamo bisogno di consiglio e di fortezza, per capire abbiamo bisogno di sapienza e di intelletto...

...e così continuo il mio pregare...

O Spirito Santo, anima della mia anima, io ti adoro:

illuminami, guidami, fortificami, consolami,

dimmi quello che devo fare, dammi i tuoi ordini.

Ti prometto di sottomettermi a tutto quello
che vorrai che mi succeda:

fammi soltanto conoscere la Tua Volontà! Amen

giugno 2011

 


 
       
       
       
 

Mio grande Cuore, qs’oggi grande giorno di festa e gioia in Tuo onore... leggo da giovanni che è bn che ci amiamo ‘gli uni gli altri, perché l'amore è da Dio’ e che il Padre ci precede nell’amore xchè ha mandato Te, Suo Figlio Unigenito, ‘generato non creato della stessa sostanza del Padre’... una grande consolazione mi accompagna pensando all’Alfa e l’Omega che ci invia e aspetta il ns ritorno, in un viaggio di libero amore che ha senso sl se si ispira all’Amore che lo genera: e così il mio pregare...

Amore del Cuore di Gesù,
infiamma il mio piccolo cuore.

Carità del Cuore di Gesù,
diffonditi nel mio piccolo cuore.

Forza del Cuore di Gesù,
sostieni il mio piccolo cuore.

Misericordia del Cuore di Gesù,
rendi dolce il mio piccolo cuore.

Pazienza del Cuore di Gesù,
non ti stancare del mio piccolo cuore.

Regno del Cuore di Gesù,
stabilisciti nel mio piccolo cuore.

Sapienza del Cuore di Gesù,
ammaestra il mio piccolo cuore. Amen

Mio grande Cuore, quanto badiamo alla salute del corpo e poco – nulla - alla salute dell’anima... eppure l’anima è questo prodigo che col tempo - nutrita, dissetata, curata - non invecchia, anzi ringiovanisce, prende tono man mano che il corpo s’irruga e s’incurva... l’anima nutrita, dissetata, curata dona la sua luce andando dagli occhi del suo corpo agli occhi dei fratelli... l’anima portata quotidianamente a Te e lasciata riposare in Te si tonifica, lascia spazio allo Spirito e aiuta il corpo a sopportare la fatica e il dolore di qs pellegrinare...

...qs mio piccolo cuore è il cuore dell’anima mia, che ha sete di Te: oggi, a distanza di tempo,vedo quanto il mio corpo stia andando invecchiando e la mia anima si attarda serena tra le aiuole di Amore: tutto questo è grazia!

Mio grande Cuore, illumina le mie ferite, i miei dubbi, le mie paure… illumina le mie debolezze, le mie chiusure, le mie piccolezze… purifica il peccato di questo piccolo cuore e trasformalo in grazia a Tua gloria, qui ed ora, mio grande Cuore…

Mio grande Cuore, la tua preghiera x il prossimo tempo insieme: Signore Gesù Cristo, Figlio del Dio vivo, abbi pietà di me, pellegrina e peccatrice...

…dico pellegrina xchè desidero ricordarmi di essere di passaggio in qs mondo, xchè desidero trovare accoglienza presso di Te, mio grande Cuore, quando mi fermo a riposare, qui ed ora, e quando mi fermerò x restare nell’eterno… dico peccatrice xchè ql che io sono è peccato che cerca misericordia e perdono, che cerca grazia x essere contenuto nel suo stato e nei suoi danni…dico abbi pietà di me xchè solo la Tua pietà mi rende la dignità di figlia, solo la Tua pietà può seminare in me pietà x il prossimo mio… dico Signore Gesù Cristo, Figlio del Dio vivo xchè Ti riconosco mio Dio e mio Tutto, vivo e vero quanto è viva e vera questa mia sete di Te, Signore di tutto ciò che ha in Te principio e fine, Gesù il Cristo, mio grande Cuore…  

luglio 2011

 


 
       
       
       
 

  Mio grande Cuore, certe miserie mi abitano e vivono in me per un certo tempo xché solo riconoscendo la miseria che sono posso avere pietà del prossimo mio...

...il ns cammino è fedeltà nella pazienza + che nell’azione, nell’umiltà + che nella giustificazione...

...leggo che ‘ogni turbamento, quale che sia, è indice di un segreto orgoglio’, e medito nel mio piccolo cuore quanto è vero...

...colui che divide ci penetra attraverso la ragione, ci attira a sé con domande logiche e ci schiaccia con logiche risposte: unica via di salvezza è rimetterci al Padre che abbiamo nei cieli...

...il desiderio di Te è dentro ai ns cuori, vivo e vero come il desiderio di tendere a cose alte, ma le ns parole restano sempre al di qua del Tuo mistero...

...di fronte al bivio quotidiano tra la Tua realizzazione e la ns, è bene scegliere la Tua, mio grande Cuore: nell’immediato può scolorire, appesantire e anche mortificare il ns quotidiano, ma nel tempo reca gioia e consolazione non sl a noi, ma anche a tt i fratelli in cammino al ns fianco...

...la mia piccola fede vive della Speranza in cui credo e mi parla di Quello che ancora nn vedo...

...Tu sei Luce infinita, noi siamo tenebre che desiderano la Luce che sei: mio grande Cuore, toglimi quanto mi allontana da Te, donami tutto ciò che mi conduce a Te, toglimi a me e donami tutta a Te...

...Ti porto qs desiderio di comunione che esiste anche se io nn la vedo, anche se io nn la sento: la comunione esiste xchè esiste in Te! Ti porto qs desiderio di comunione e Ti prego di convertire qs mio piccolo cuore affinchè unum simus...

...non avevo mai pensato alla Tua dolce Mamma come alla mia Amica del cuore, ma il sussurro del vento di qs sera me lo ha portato così: quale amica + calda e sincera e fidata e saggia e accogliente e fedele e paziente potrebbe sperare qs mio piccolo cuore?

...dolce la Tua presenza: Ti ho portato le mie devozioni, Ti ho offerto il nulla che sono, Ti chiedo tutta la grazia che puoi xchè possa renderTi gloria, qui ed ora...

...portare davanti a Te qlli che amiamo e qlli che dovremmo amare: chi ci fa soffrire, chi temiamo, chi giudichiamo, chi ci sta antipatico, chi sentiamo nemico... qs è comunione...

...con le parole di geremia Ti dico che Tu sei troppo giusto, mio grande Cuore, xchè io possa discutere con Te, ma Tu mi hai visitato, mi hai sedotto ed io sento di appartenerTi... x qs confidenza Ti chiedo: xchè i fratelli in cammino nn si riconoscono tra loro?

agosto 2011

 


 
       
       
       
 

Mio grande Cuore, che grande gioia in qs piccolo cuore! La mia piccola anima Ti magnifica, mio Signore, e il mio spirito esulta in Te, mio Salvatore: xchè hai guardato alla miseria della Tua serva e mi hai donato un tesoro, laddove c’è il mio piccolo cuore! accanto all’atto gentile, resta un pensiero felice di comunione, vivo e vero come i grani d’olivo tra le mie mani: ancora nn so xchè i fratelli in cammino nn si riconoscono tra loro, ma so che è possibile riconoscersi nel Tuo Nome: grazie...

Mio grande Cuore, nn mi riesce di comprendere la Tua Santa Volontà: come posso comprendere io, pellegrina e peccatrice, la Tua Volontà Infinita, che mi supera e mi contiene? lascia allora che io possa comprendere la mia miseria, così che mi venga da tenere sempre lo sguardo fisso sulla Tua grazia... e questo mi basta...

Mio grande Cuore, in qs giorni preziosi di adorazione e comunione di preghiera, il mio desiderio con le parole di dietrich bonhoeffer...

O Padre, fa’ che facciamo silenzio prima di ascoltare la Parola
perché i nostri pensieri siano già rivolti alla Parola.

Fa’ che facciamo silenzio dopo l''ascolto della Parola
perché questa ci parla ancora, vive e dimora in noi.

Fa’ che facciamo silenzio la mattina presto
perché Dio deve avere la prima parola.

Fa’ che facciamo silenzio prima di coricarci
perché l'ultima parola appartiene a Dio.

Mio grande Cuore, leggo del tuo servo specialissimo padre pio, di cui oggi ricordiamo la viva fede in Te..

Le tue tentazioni sono del demonio e dell’inferno,
ma le tue pene ed afflizioni son di Dio e del paradiso;
le madri sono di Babilonia, ma le figlie sono di Gerusalemme.

Disprezza le tentazioni ed abbraccia le tribolazioni…
lascia soffiare il vento e non pensare
che lo squillo delle foglie sia il rumore delle armi...

...e chiedo confidenza con Te, x non confondere tentazioni e tribolazioni, e non restarne confusa... tocca un tempo di roccia e quercia e fedeltà, oltre ogni credito: io nn ne sn capace, tt il resto è solo Tua grazia...

Mio grande Cuore, credere è un dono... ho avuto il dono di credere in Te, Padre Figlio Santo Spirito e mio grande Cuore, ma c’è molto altro in cui nn mi riesce di credere... tanto di qs mondo di sorelle e fratelli in Cristo che stanno alla Tua sequela, tanto mi manca e qs è tutto il mio limite e la mia miseria... io credo poco, mio grande Cuore, e Tu aumenta la mia piccola fede...

settembre 2011

 


 
       
       
       
 

Mio grande Cuore, non mi è dato di comprenderti: non posso io, pellegrina e peccatrice, comprenderTi in qs piccolo cuore, eppure sono Tua creatura e sono in Te compresa e contenuta e amata come sostanza del Tuo amore... non mi è dato di comprenderTi, mio grande Cuore, eppure qs intuizione della Tua Infinita Misericordia mi dà un senso di gioia eterna...

Mio grande Cuore, con le parole di san nersès snorhali...

Non maledirmi come il fico,
anche se sono uguale all'albero sterile,
per timore che il fogliame della fede
venga essiccato con il frutto delle mie opere.

Ma fissami nel bene,
come il tralcio sulla santa Vite,
di cui si prende cura il tuo Padre celeste
e che, con la crescita, fa fruttificare lo Spirito.

E l'albero che io sono, sterile di frutti gustosi,
ma fecondo di frutti amari,
non sradicarlo dalla tua vigna,
ma cambialo, scavando nel letame.

Mio grande Cuore, concedimi di amarTi con tutto il mio piccolo cuore, con tutta l'anima, con tutta la mente, concedimi di amarmi quale creatura d'amore mi hai fatto unita in unica cosa, qui ad ora, al fratello che mi cammina accanto...

Mio grande Cuore,  Tu doni, Tu togli, Tu ridoni... sempre nuovo, sempre fedele, sovrabbondante per questo mio piccolo cuore che fatica nelle cose più semplici e tardi Ti ama, tardi Ti riconosce... Mio grande Cuore, Figlio del Dio vivo, abbi pietà di me, pellegrina e peccatrice: tutto il resto è grazia, e Divina Misericordia...

ottobre 2011

 


 
       
       
       
 

Mio grande Cuore,  oggi, venerdì 11 novembre, è giorno di festa e gioia in onore di san martino di tours, patrono dei mendicanti, colui per il quale un atto di carità ha preceduto la grazia della conversione: nulla è per caso...

...in questo tempo in cui Tu risplendi davanti a me nella fatica quotidiana ma io resto accecata dalla Tua Luce - e mi provo a sospendermi per non cadere -, so che Tu sei la sola Parola che mi può conservare nel mondo senza appartenervi e senza diventare folle: la Tua sequela è la sola che mi preserva dalla follia, che altrimenti mi governerebbe perché , senza Te, non c’è Senso...  leggo del fratello carlo carretto:

Facevo il pendolare per motivi di lavoro e tu sai cos'è un vagone ferroviario: chiasso, risate, fumo, trambusto, pigia-pigia. Io mi sedevo in un angolo e non sentivo nulla.

Leggevo il Vangelo. Chiudevo gli occhi. Ascoltavo Dio.

Ero veramente uno con me stesso e nulla mi poteva distrarre.
Sotto la presa dell'amore divino ero in pace.

Difatti gli innamorati che si trovavano sul treno bisbigliavano tra di loro, senza preoccuparsi di ciò che capitava attorno. Io bisbigliavo col mio Dio.

Secoli fa si ritiravano nel deserto egiziano, eppure gli eremiti s'accorgevano che la città li aveva inseguiti fin là col suo frastuono e le sue seduzioni.

È possibile, però, un movimento inverso: diventare monaci urbani, figure di silenzio nel fragore assordante della modernità. Un po' come riescono a fare gli innamorati su un treno affollato, sospesi in una bolla di intimità, in cui si bisbigliano le loro tenerezze...

...ecco, una 'bolla di intimità quotidiana' tra il mio piccolo cuore e il Tuo grande è il dono che mi hai fatto e che, nella Tua Infinita Misericordia, mi rinnovi in ogni istante: a Te il mio ‘sì’, qui ed ora, per sempre, nella speranza che anche per me - pellegrina e peccatrice - come per san martino, un piccolo atto di carità preceda la Tua grazia di chiamarmi per nome...

Mio grande Cuore, dalle condivisioni con un fratello in cammino nasce questo...

...che dalla croce
mi vince, da dietro,
la Luce a sfumare
e ferite e sangue
e dolore e morte...

Solo un'ombra, lieve,
a far la Volontà del Padre
e poi Luce, a coronar
d'eterno il tempo breve
della croce...

Mio grande Cuore, ti ringrazio di non lasciarmi sola nella mia miseria, una miseria fatta di piccoli granelli di polvere cementati tra loro fitti fitti a chiudere la vista al cuore, a disturbare le orecchie dell’anima, una miseria che intrappola il passo... vorrei vestirmi a festa x qs tempo d’attesa, vorrei gioire di speranza e di fede, vorrei perdermi nella carità: vorrei mettere il desiderio di Te, mio grande Cuore, al centro del mio piccolo, e nell’attesa farmi culla...

novembre 2011

 
       
       
       

con tutto il mio piccolo cuore, miriam bolfissimo